.
Annunci online

controaliseo [il blog di Ugo Centi]
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Il sito che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione.

Clicca qui per leggere l'informativa

e qui per l'informativa del gestore

 

Avviso al lettore: questo blog non è una testata giornalistica. Scrive solo ciò che vuole l'autore, cioè io. Esso è solo il portavoce delle mie opinioni. Il che non è poco, dal mio punto di vista, naturalmente!

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque nel sito di Letterando acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.Fai clic per saperne di piùEsci
Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e... - Garante Privacy Garante per la protezione dei dati personali - Italian Data Protection Authority DPA garanteprivacy.it

7 ottobre 2015
SOCIETA'
Spigolando sul sito internet del Comune

ROSETO. L’impresa Marano Pietro, di Montorio al Vomano, si è aggiudicato l’appalto per i lavori di “Completamento del Cimitero di Cologna Spiaggia”. L’importo è pari a 193.682 euro.

 

 

 

La ditta “Trivell Fond” di Tortoreto, si occuperà invece di approfondire il pozzo per l’irrigazione del campo Patrizi che praticamente si è prosciugato. Per i lavori sono stati stanziati 4.700 euro.

 

 

 

Sono stati inoltre avviate le procedure per l’affidamento della “Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori dell’intervento denominato “BIKE TO COAST” Valorizzazione turistica della pista ciclopedonale del litorale abruzzese – Tratto pista ciclabile Comune di Roseto degli Abruzzi”, per l’importo posto a base di gara pari ad € 94.420”

 

 

 

Il tutto sul sito web dell’ente.

 

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 7/10/2015 alle 15:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 ottobre 2015
CULTURA
Arriva Don Ciotti, ma per parlare di sociale

ROSETO. Giovedì 8 ottobre, alle ore 17:00, nella centralissima sala “Pia Marta” di Roseto arriva Don Luigi Ciotti. Viene nell’ambito degli incontri intitolati “Cambia-menti”, organizzati dai Centri di ascolto di Roseto, Nereto e Silvi e dall’associazione Cerchi Concentrici.

Ora, Don Luigi Ciotti non ha bisogno di presentazioni. Quando va in un luogo è notizia in sé. Ma qui a Roseto la cosa è particolare. Perché l’incontro non è estemporaneo, bensì arriva a conclusione di un “ragionamento” sulle marginalità sociali, la famiglia, le dipendenze giovanili, eccetera, di cui le associazioni rosetane (e direi la cultura cattolico-sociale rosetana) sono maestre.

La cosa si palpava alla grande stamattina in Comune, dove si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’appuntamento. Più che altro una piacevolissima chiacchierata pubblica tra William Di Marco e Martina Bidetta (presidente e vice presidente della Cerchi Concentrici), Gianluca Dell’Elce, Alessandro Di Marco e Guerino Ragnoli (dei Centri di Ascolto) e gli assessori Alessandro Recchiuti e Maristella Urbini, padroni di casa e patrocinatori (come Comune) della manifestazione.

È venuto fuori che il focus dell’evento non sarà tanto l’impegno antimafia di Don Ciotti (che naturalmente ci sarà), ma soprattutto l’aspetto sociale della sua iniziativa, che proprio dalle marginalità prese spunto. E, nell’intento, c’è proprio l’obiettivo di far venir fuori – grazie alla notorietà e prestigio dell’ospite – un “discorso” sui “valori” che è tutto una caratteristica locale. Un argomentare davvero profondo di cui non si può nemmeno riferire in poche righe, ma che implica dei presupposti che sono anche propriamente “Politici”, questa volta intendendo il termine in senso positivo.

Se queste sono le premesse, dunque, l’incontro con Don Ciotti si annuncia molto originale. Sarà davvero interessante andare a sentire e vedere come interagirà con i giovani che saranno presenti in massa alla sala “Pia Marta”, location che più adatta non si poteva trovare data la natura della riunione.


vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 6/10/2015 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
3 ottobre 2015
SOCIETA'
Un semaforo che si sveglia tardi

ROSETO. Ma il semaforo all’incrocio tra la Nazionale, via Mezzopreti e viale Marche, non si potrebbe accendere la mattina alle 7:30 invece che alle 8:00? Li vicino ci sono anche le scuole. E la mattina presto per attraversare la strada ti devi raccomandare. Insomma, non si potrebbe rimettere la... sveglia? Ed anche le lampare pedonali: molte non funzionano. Una scala please!!!!!!!!!!

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 3/10/2015 alle 10:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 ottobre 2015
SOCIETA'
Il sindaco Pavone alla prova dei migranti

ROSETO. È questione delicata, nella para-politica, la questione dei migranti giunti in numero di 30 (diconsi trenta) in un albergo di Roseto! Il sindaco Pavone (che secondo me è un “socialista-renziano” puro, ma gli altri dicono che sia uno di destra) che di solito è accogliente con gli immigrati (addirittura ne chiese ed ottenne qualche decina due anni fa partecipando ad un bando del governo) questa volta potrebbe trovarsi “sospinto” politicamente dalla sua destra (da quelle parti l’immigrazione è un must). Ma fino ad un certo punto, perché se non votano lui quelli della destra chi votano? D’altro canto a sinistra (“sinistra” si fa per dire) il Pd non è che si può muovere più di tanto. Non può certo cavalcare il populismo anti-immigrati. E, per di più, il Pd di Roseto coincide in pratica (per influenza e numeri) con la fortissima ala cattolico-democratica che su questi argomenti ha posizioni di accoglienza ben precise, alla papa Francesco tanto per dire.

Insomma, bella partita, in senso politicante. Vedremo chi ne uscirà meglio e chi peggio.

Per quanto riguarda i rosetani, secondo me ce ne sono una minoranza che non possono vedere per niente gli immigrati; un’altra minoranza che teorizza l’accoglienza tout court; mentre i più, come al solito, sono nel mezzo. Se non succede nulla (come si spera) ed i numeri restano modesti, presto la cosa sarà dimenticata e si passerà ad altro.

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks



permalink | inviato da controaliseo il 2/10/2015 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 ottobre 2015
SOCIETA'
La Giunta decide il giovedì

ROSETO. La Giunta comunale ha approvato proprio ieri il progetto per la sistemazione dell’area verde di via “Bixio”, zona un po’ appartata, ma centralissima (tra la Nazionale e la Ferrovia all’altezza del bivio per la chiesa del Sacro Cuore, per intenderci). I lavori, progettati dal geometra Livio Bonaduce, costeranno 35 mila euro e saranno finanziati dal “BIM”, Bacino imbrifero montano di Teramo.

Nella stessa seduta di ieri (di solito si riuniscono il giovedì), la Giunta ed il Sindaco hanno deciso di sollecitare “la società Concessionaria Italgas S.p.A. affinché preveda un piano di investimenti nel territorio comunale di Roseto degli Abruzzi atto ad estendere l’attuale rete di distribuzione del gas al fine di garantire il servizio su tutto il territorio comunale individuando come priorità di indirizzo le aree a maggiore densità demografica”.

Con decisione dirigenziale, infine, si è stabilito di affidare all’ingegner Luciano Cera, di Giulianova, un incarico tecnico nell’ambito del cosiddetto progetto “Biciclettica”. La consulenza è stata richiesta dalla Regione Abruzzo. Il compenso complessivo di 36.800 euro sarà ripartito tra i comuni di Roseto, Pineto, Silvi ed Atri, tutti interessati da questa iniziativa che riguarda grosso modo le piste ciclabili. A Roseto toccherà pagare 13.616 euro.

Il tutto sul sito internet dell’Ente.

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 2/10/2015 alle 11:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 ottobre 2015
SOCIETA'
Toh! si sono accorti dei rifugiati

ROSETO. Sono due anni che a Roseto ci sono i rifugiati. Molti alloggiano in appartamenti di una palazzina privata dove abitano anche famiglie locali. Li gestiste una cooperativa che è salita agli onori delle cronache romane. E nessuno ci ha fatto mai caso. Non è mai stata una notizia. Adesso ne arrivano pochi altri e diventa il fatto del giorno. Non l’ho mai capito perché certe cose fanno notizia e altre, che sembrano simili, non interessano a nessuno. Ciò, naturalmente, a prescindere dal merito di oggi e dalle diverse ideologie, sempre prete-a-porter.

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks



permalink | inviato da controaliseo il 1/10/2015 alle 12:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
30 settembre 2015
SOCIETA'
Spese per assicurazioni e canoni informatici. E novità negli uffici tecnici

ROSETO. Sono stati pubblicati sul sito internet municipale alcuni provvedimenti. Si tratta del pagamento delle spese di ospitalità dei quattro militari della Guardia di Finanza di rinforzo nel periodo estivo (3.200 euro). Della fornitura di alcuni giochi per i parchi (una torretta-scivolo, una giostra e due giochi a molla, per un totale di 3.989 euro). Della stipula di una assicurazione per i “grandi rischi” che ha un costo annuale di 23.990 euro. Del canone 2015 di assistenza e manutenzione software, hardware e sistemi informatici comunali per un costo di euro 39.523,48 più Iva, cioè circa 48 mila euro presumibili con Iva. Inoltre, ma questo senza impegno di spesa, la Giunta municipale ha deliberato di costituire l’ufficio espropri, nell’ambito del settore che si occupa dei lavori pubblici dell'ente.

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 30/9/2015 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
29 settembre 2015
SOCIETA'
Trasformazione urbanistica

ROSETO. Il dirigente dell’Ufficio urbanistico del comune di Roseto ha deciso che non è necessaria la valutazione ambientale per la trasformazione in commerciale di un terreno ora agricolo nella zona sud della città. La variazione urbanistica è stata chiesta da una ditta privata. La pratica, di cui da conto il sito internet del Comune, dovrà però passare al vaglio del consiglio comunale.




permalink | inviato da controaliseo il 29/9/2015 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
26 settembre 2015
CULTURA
"L'armonia è tutto". Colloquio con Giorgia Campanella, di "Roseto danza"

ROSETO. L’estate scorsa Giorgia Campanella mi aveva invitato ad un suo spettacolo sul lungomare di Roseto. Non potei andare. Così ci ripromettemmo di prendere un caffè appena possibile per parlare un po’ di danza. Il momento è arrivato qualche giorno fa. Giorgia Campanella gestisce da molti anni una scuola di danza a Roseto. All’inizio si chiamava “Studio danza Rosburgo”, poi mutuato nel più semplice “Roseto danza”. La scuola, che dal 14 settembre ha ripreso la sua annuale attività, si trova in via Molise, vicino l’hotel “Hercules”, per capirsi.

Abbiamo parlato del più e del meno. Un po’ come era già successo, sempre sulla danza, con Dorina Di Marco, di cui avevo già riferito sempre qui in “Roseto Eclettica”. In particolare mi ha illustrato il suo progetto ”Non di sola danza….il rapporto dei giovani con il cibo”, che la “maestra” di danza Giorgia Campanella porta avanti da qualche anno. Insieme al liceo “Saffo”, poi, si è anche organizzato un incontro tra gli studenti e due personaggi di fama internazionale del mondo della danza: il Maestro Michele Villanova, primo ballerino della Scala di Milano (tra l’altro rosetano d’adozione) e Mariafrancesca Garritano (in arte Mary Garret), ballerina solista sempre della Scala, protagonista tra l’altro di un noto caso di cronaca in quanto licenziata dall’Ente Lirico Scaligero su un tema in qualche modo legato ai disturbi del comportamento alimentare. Questo argomento ha avuto l’apporto scientifico del dottor Paolo De Cristofaro e del suo staff specialistico.

E si, perché danza vuol dir star bene, fisicamente e spiritualmente. Ho capito, insomma, che a Giorgia preme molto l’armonia. “La danza deve essere un arricchimento per sé stessi e non una privazione”, dice. Ed il riferimento va anche all’anoressia. Non a caso nella sua scuola da quest’anno ci sarà (novità assoluta in provincia) “BEN – ESSERE NEL CORPO”, con un personal coach che aiuterà ad aumentare le performances gestendo le proprie emozioni.

Dunque un rapporto molto stretto della scuola rosetana con il mondo giovanile e l’attività didattica. Ed anche alla “Roseto Danza”, in tal senso, piacerebbe avere degli spazi dedicati in città dove le diverse attività possano farsi conoscere meglio attraverso il loro lavoro.
Di qui è derivato tutto un discorso sulla “cultura” nel nostro Abruzzo; sui giovanissimi che vogliono spesso bruciare le tappe; sulla “responsabilità” delle maestre di danza che fanno un mestiere delicatissimo. Un mestiere che ha a che fare con i sogni; con il bello e con l’arte; ma che costa tanta tanta fatica che solo chi ha vera passione - e maestre della bravura di quelle che operano a Roseto, se permettete – riesce a compensare senza far danni fisici e morali.

A tal proposito “Roseto danza” ha sempre prestato molta cura nei confronti dei più piccoli, con corsi dedicati e attività (come quella della baby dance, altra novità di quest’anno) che si concentrano sul divertimento ma anche sull’apprendimento, con esercizi semplici e intuitivi, utili per iniziare a porre le basi per una successiva conoscenza delle tecniche della danza. La danza infatti non ha età. Ed anche gli adulti possono avvicinarsi a quest’arte con corsi a loro dedicati.

Un anno ricco di iniziative, dunque, quello che mi ha presentato Giorgia.

E pensare che io, che di danza (e d’arte in genere) non capisco una “h” in senso letterale, in pochi giorni mi è capitato di parlare con due ballerine e due splendide donne: Dorina Di Marco e Giorgia Campanella (non si adonteranno, spero, se le unisco per comodità di cronaca in questa breve nota conoscendo quanto le artiste, tutte le artiste, tengono alla loro giusta specificità). Complimenti signore: se avete fatto capire a me il bello della danza figuriamoci alle, fortunate credo, vostre allieve (ed allievi).




permalink | inviato da controaliseo il 26/9/2015 alle 5:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
25 settembre 2015
SOCIETA'
Due paroline su "Cirsu" e dintorni

ROSETO. Capita qualche volta che su questa Pagina si pubblica qualcosa circa le vicende del “Cirsu”, il Consorzio dei rifiuti tra i comuni di Roseto, Giulianova, Bellante, Mosciano, Notaresco e Morrodoro. C’è sempre qualcuno che osserva: ah, ma allora non volete un impianto di gestione pubblico dei rifiuti!

Un moment please. Qui non è questione di impianto pubblico o privato. Il problema è che quello che c’era di impianto intercomunale, il Cirsu appunto, è stato gestito in un modo così fantastico (per usare un eufemismo) da portarlo al fallimento. Caso mai la rimostranza andrebbe rivolta a tutti quei sindaci che, negli anni, non si sono accorti di dove andava il Cirsu oppure, se se ne sono accorti, non sono stati capaci di invertirne la rotta. E, se proprio volete, qualche critica andrebbe anche fatta a quei consiglieri comunali, ad esempio di Roseto, che unanimi votano piani di risanamento basandosi, temo, più su una fedeltà politica che sostanziale.

Non è chi registra un dato fallimentare ad esser contro il pubblico. Caso mai lo è chi quel dato fallimentare ha determinato o perpetuato, vale a dire esattamente la politica, o larghissima parte di essa. E a loro che dovete chiedere se il loro comportamento, la loro leggerezza amministrativa, la loro sordità alle critiche è inquadrabile nella buona o nella cattiva fede amministrativa, pubblica appunto. Altrimenti è un po’ troppo facile.

vedi anche: https://www.facebook.com/pages/Roseto-eclettica/345985722249077?ref=bookmarks




permalink | inviato da controaliseo il 25/9/2015 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE